Prima regola per gli universitari: avere stima in se stessi. Perché vincere aiuta a vincere

La prima regola per gli studenti universitari è: non perdere la fiducia in se stessi. Anzi, stimatevi ogni giorno di più. All’Università come in ogni altro campo della vita vige un detto: vincere aiuta a vincere. In altre parole: darsi gli esami aiuta a darsi gli esami. Non siate timorosi di presentarvi a un appello o di provare a dare una materia. Molto spesso il vero blocco alla nostra carriera non sono i professori nè le materie infinite: siamo noi stessi e la nostra talvolta fragile psicologia.

Non siamo convinti delle nostre qualità, siamo dubbiosi e timorosi quando c’è da sostenere un esame. Non ci sentiamo all’altezza e abbiamo paura di prendere una brutta delusione. Per far procedere la vostra carriera universitaria a gonfie vele dovete soltanto fare una cosa: spogliarvi di queste FALSE credenze su voi stessi. Voi siete i migliori e avete un’intelligenza tale da poter passare qualunque esame, anche il più difficile. E fidatevi che gli esami all’Università sono difficili sì, ma non lo sono più delle altre sfide che affronterete nella vostra vita una volta laureati.


Cominciate a darvi le materie una dopo l’altra, senza stressarvi certo, ma senza staccare mai la spina. Vincere vi aiuterà a vincere sempre. Presentarvi agli esami delle materie all’inizio vi costerà una lotta con voi stessi (anzi con la parte timorosa di voi) ma una volta vinta questa battaglia sarete in grado di affrontare qualunque cosa. Io parlo per la mia esperienza: all’inizio andavo agli esami sempre timoroso, ansioso, dubbioso e i risultati erano veramente scarsi. Poi a un certo punto, man mano che passava il tempo, ho acquisito una sorta di sicurezza (che dev’essere comunque distinta dalla spavalderia!) che mi permetteva di sedermi agli esami con la convinzione che in un modo o in un altro avrei dovuto farcela. Quando mi sedevo di fronte a un professore o a un assistente (che certe volte è anche peggio, lo saprete) avevo in mente che quella che stava per cominciare fosse una guerra: psicologica certamente ma pur sempre guerra. E io quella guerra dovevo vincerla a qualunque costo. E un combattente timoroso non vince mai nessuna battaglia. Stimatevi ogni giorno dunque e abbandonate le vostre ingiustificate incertezze: voi siete i migliori e con un pò di coraggio riuscirete a dimostrarlo sempre, anche e soprattutto all’Università. In bocca al lupo per le vostre future guer… ehm, scusate, volevo dire esami 😀