Facebook chiede documento d’identità: cosa fare per riavere il profilo

Da tempo ormai Facebook richiede occasionalmente ai propri utenti di inviare un documento di identità per confermare che il profilo è di una persona reale. Il famoso social network intende in questo modo dire basta al fenomeno di profili fake che per troppo tempo hanno avuto vita facile. Ma cosa fare quando un profilo è realmente nostro e ci viene richiesto il documento? In questo articolo cercheremo di spiegarlo brevemente.

Anzitutto vediamo cosa ci consiglia la guida ufficiale di Facebook, direttamente dal loro Centro assistenza:
1. Prendi il tuo documento di identità e copri eventuali informazioni riservate (ad es. numero di carta di credito, numero di previdenza sociale).
2. Scannerizza o scatta una foto del tuo documento di identità da una distanza ravvicinata in una stanza ben illuminata.
3. Assicurati che il nome, la data di nascita e la foto siano chiaramente visibili
4. Salva la foto o il file scannerizzato sul tuo computer.
5. Segui le istruzioni sullo schermo per caricare il tuo documento di identità.

Il vero problema a questo punto è che certe volte il profilo viene sbloccato dopo poche ore; in altre invece (i casi più sfortunati) bisogna attendere giorni se non settimane. Facendo un giro in rete ci si rende conto che sono tantissimi quelli che hanno avuto questo problema e hanno dovuto aspettare un bel pò prima di riottenere legittimamente il proprio profilo. In questi casi c’è poco da girarci intorno, non c’è nulla da fare: bisogna aspettare e basta.

La domanda che tutti si pongono quando accade un problema di questo genere è: quanto tempo ci vorrà perchè Facebook risponda e io possa riavere il mio profilo? E’ inutile inviare il documento più volte o insistere, ciò non cambierà i tempi di risposta, i quali dipendono per lo più dalla miriade di richieste di assistenza ricevute quotidianamente da un social che conta ormai più di 1 miliardo di utenti (quante di queste richieste siano fondate non è dato saperlo, certamente sono però tantissime).


Facebook è stato molto criticato per il modo di gestire queste vicende. Può capitare, e anzi certamente accade spesso, che un utente che legittimamente usi il suo profilo si trovi a essere sospeso per giorni e giorni, se non come detto prima per settimane. Considerato che ormai il social di Mark Zuckerberg è importante nel tenersi in contatto con le altre persone ormai come e più di un cellulare è facile immaginare quali grossi disagi si sia costretti a patire, per di più immotivatamente.

Sembrano infondate, invece, le paure per cui Facebook richieda il documento per appropriarsi dei nostri dati personali. Lo stesso social network invita gli utenti (come scritto nella guida sopra) a coprire le parti ‘private’ di un documento, lasciando in evidenza solo nome, cognome e data di nascita che devono essere reali. Nel caso di utilizzo di nome, cognome e data di nascita non reali saranno violate le condizioni imposte da Facebook al momento della registrazione e dunque non si potrà tornare più in possesso del proprio profilo. Tra l’altro sottolineiamo che la nostra privacy è al sicuro: Facebook garantisce che una volta analizzata la nostra reale identità i documenti caricati saranno immediatamente rimossi dal sistema in modo irreversibile.

Infine alcuni di voi si chiederanno: quali sono i documenti accettati da Facebook per confermare la propria identità? E’ lo stesso social nel suo Centro assistenza a dare risposta a questo quesito. Vi sono infatti due modi di confermare la propria identità.
Il primo consiste nel caricare almeno uno dei seguenti documenti ufficiali: Passaporto, Scheda elettorale, Patente di guida, Certificato di nascita, Certificato di matrimonio, Documento ufficiale che certifichi la modifica del nome, Documento di identità che certifichi l’origine etnica, Assicurazione personale o del veicolo, Permesso di residenza o documenti di immigrazione, Documento di identità ufficiale diverso dalla patente di guida (ad es. tesserino di invalidità o carta di identità nazionale)
Il secondo consiste nel caricare almeno due documenti tra quelli non ufficiali. Tra questi potete allegare: Posta, Assegno, Permesso, Tessera trasporti, una bolletta, Carta di credito, Tesserino scolastico, Tessera della biblioteca, Busta paga, Pagella scolastica, Analisi mediche, Estratto conto, Tesserino sanitario, Documento di assunzione, Talloncino dell’abbonamento a una rivista, Foto dell’annuario (scansione o fotografia della pagina dell’annuario), Tesserini (ad es. libretto della pensione, tesserino sindacale, documento di identità lavorativo o professionale)

Crediamo che a questo punto sappiate un pò tutto sulla richiesta del documento di identità da parte di Facebook. Ciò che ci resta da fare è augurarvi buona fortuna nelle tempistiche visto che queste sono molto diverse da utente a utente e nei casi peggiori possono trascorrere anche mesi prima di riavere il proprio profilo.