Tesi di laurea: come scrivere la conclusione

Tesi di laurea: dopo mesi e mesi di duro e sudato lavoro, dopo aver scritto punto per punto tutti i passaggi più importanti nei diversi capitoli, dopo aver redatto l’introduzione e l’abstract, dopo aver effettuato un’attenta analisi della bibliografia… finalmente, giovani laureandi, siete arrivati alla parte finale… la conclusione.

Eh già, giunti a questo punto, cari ragazzi non potete che essere felici e soddisfatti del vostro lavoro. Ma attenzione anche a questa ultima parte della vostra tesi. Ricordate di non essere superficiali e di non scrivere una conclusione affrettata. Il lettore, fino alla fine, dovrà essere guidato da voi con la massima chiarezza e semplicità.

 

 

Cos’è la conclusione?

Le cosiddette riflessioni conclusive non sono solo la “liberazione” di mesi e mesi di lavoro, ma sono il risultato delle analisi svolte nella vostra tesi di laurea. Sono il momento di verifica della struttura argomentativa e della metodologia adoperate nell’elaborazione dei dati e delle informazioni.

Ricordatevi che la stesura della conclusione sarà piuttosto facile in quanto conseguenza di un lavoro già svolto.

Ma attenzione a sintetizzare la conclusione nel migliore dei modi, senza dare nulla per scontato e senza fare salti logici nell’esposizione.

 

 


Come scrivere la conclusione

La conclusione deve essere chiara, sintetica e semplice. Quindi abbandonate l’idea di un lessico incomprensibile per chi vi legge. (Vi ricordo sempre che il lettore è una persona comune, che può essere un esperto della materia, come non capirne nulla!)

Importante nella conclusione è l’ordine. È necessario un procedimento logico nelle idee esposte. È indispensabile, studenti universitari, richiamare il metodo di ragionamento seguito nel lavoro, riportando i risultati che sono emersi.

Dovrete anche menzionare possibili futuri sviluppi della vostra ricerca.

Ecco un esempio:

Dal lavoro di tesi e dalle analisi effettuate è emerso che…”

Quindi dovrete scrivere cosa è emerso da questo lungo (molto lungo…) vostro lavoro!

Nella conclusione entrerete nel merito dei contenuti dei vostri capitoli, richiamerete i risultati a cui siete arrivati.

Insomma ragazzi, nella conclusione voi dovrete tirare le fila del vostro lavoro. (E tirare un respiro di sollievo, perché se siete arrivati a questo punto, i giochi sono fatti…)