Quali sbocchi lavorativi con laurea in Lingue?

Uno dei dubbi principali degli studenti iscritti ai corsi di laurea in Lingue è quello legato agli sbocchi professionali che può dare una laurea conseguita in questo settore. In questo articolo cercheremo di riassumere le principali possibilità in tal senso.

Anzitutto la via certamente più battuta è quella dell’insegnamento: possiamo dire che è più semplice inserirsi nell’insegnamento in campo scolastico piuttosto che in quello universitario. Questo perchè, mentre a livello accademico sono sempre meno i fondi destinati alla ricerca, a livello scolastico sono ormai sbloccati i concorsi pubblici per le assunzioni di nuove leve. Molto seguita dai laureati in Lingue è la strada di fare gli interpreti: si può fare questo lavoro sia a livello turistico che in sedi istituzionali od ancora presso testate giornalistiche.


In realtà però bisogna dire che sapere bene lingue straniere può aprire strade davvero particolari ma non per questo meno interessanti. Ad esempio molto spesso sapere bene le lingue può aprire la strada del lavoro nei servizi segreti: una professione di certo molto affascinante. E’ però da dire che la difficoltà nell’avere un lavoro di questo tipo è che le lingue da sapere sono particolarmente rare e difficili da imparare. Non si esclude altresì un’occupazione presso le ambasciate.

Infine vuoi sapere se la facoltà di Lingue è tra quelle che dà più lavoro? Puoi leggere la classifica delle facoltà che danno più lavoro nel 2016.