I 5 modi di perdere tempo preferiti dagli universitari

L’esame si avvicina a grandi passi e tu non sai cosa fare. Ti guardi intorno, sfogli le pagine del libro, conti quante ne mancano alla fine del programma. Poi leggi mezza pagina, non la capisci, la rileggi ma attenzione, cosa accade? E si, quello che accade a tutti, ti suona il cellulare. E’ qualcuno su Whatsapp. E che fa non rispondi? Sarebbe maleducazione. Però aspetta mentre che ci sei ti rendi conto che hai una notifica su Facebook. E che fa non la controlli? Metti che è un’occasione di lavoro o qualcosa cui rispondere tempestivamente? Va bè va, quella pagina la completo domani…..

Finisce così una giornata di studio di un povero studente universitario. Tuttavia il cellulare è la principale ma certamente non unica distrazione che ogni studente ha con sè; ce ne sono altre altrettanto interessanti.

GUARDARE IL VUOTO
E beh a chi non è capitato, tra un paragrafo e un altro, di guardare il vuoto senza sapere perchè? Potrebbe servire per ponderare più efficaci metodi di studio, ma di solito questo genere di perdita di tempo nasconde con sè motivi e pensieri ben più futili

FUMARSI LA SIGARETTA
Beh questo punto è dedicato ai fumatori. Cosa c’è di meglio dopo aver letto 4 righe del libro che una pausa sigaretta? Niente, proprio niente. Gli universitari lo sanno bene


PENSARE PROFONDAMENTE ALLA PROPRIA VITA
E si, studiare provoca più concentrazione in tutto. Non sono pochi gli studenti che pensano alla propria vita, ai propri problemi, a come risolvere. Oppure semplicemente pensano a idee potenzialmente geniali da mettere in atto. Ovviamente non saranno mai messe in atto, ma nel frattempo è trascorso tutto il pomeriggio senza concludere nulla

LA MERENDA
Sia di mattina che di pomeriggio tra una sessione e l’altra di studio non può mancare lo spuntino. Che molto spesso è accompagnato da uno zapping feroce in tv (specialmente il pomeriggio, di mattina ci sono programmi così noioso che uno quasi quasi preferisce studiare). Risultato: uno spuntino che durerebbe 10 minuti dura almeno, nei casi migliori, un’ora

GUARDARE FUORI DAL BALCONE
Ci auguriamo che come sede e luogo del vostro studio abbiate scelto una location lontana da balconi. Perchè se vi alzate per studiare ma fuori c’è traffico, gente che discute o altro, tutto questo potrebbe rapire la vostra attenzione. D’altronde perdere la concentrazione mentre si studia è abbastanza semplice, potrebbe bastare anche guardare un gatto che si appisola sotto una macchina e il gioco è fatto